Ereditato dagli Americani, il Black Friday italiano sarà il 29 novembre. Ma che cosa è davvero? Perché si chiama così? E noi vogliamo un black Friday etico e “verde come il rispetto” o nero come il consumo sfrenato? Ecco tutte le risposte.

Che cosa è il Black Friday e come lo viviamo noi

Manca poco al Natale, e in tantissime parti del globo comincia a fibrillare la “corsa al regalo”. Ereditato dagli Americani, il Black Friday italiano sarà il 29 novembre.
E noi, lo vogliamo color “consumismo sfrenato”, o “verde rispetto”?

Noi Sarte e Progettiste del Laboratorio di AmritaKids abbiamo tenuto una tavola rotonda, per capire come comportarci. Tutto è partito dalla richiesta di una nostra cliente: “Ma perché si chiama Black Friday? E voi lo fate o no??”

Ecco le risposte!

Le radici di pace e integrazione del Black Friday.

limited edition

limited edition – collezione Amrrika Kids

In effetti non ci eravamo mai chieste da dove venisse questo nome un po’ lugubre.
Sì, perché in inglese Black vuol dire nero.
Santa Wikipedia ci ha subito messe sulla strada giusta e ci ha fatto capire l’affascinante retroscena del Black Friday: negli USA, il Black Friday è il nome informale del venerdì successivo al “Thanksgiving Day”, il Giorno del Ringraziamento, che cade sempre il quarto giovedì di novembre.

Noi in Italia non lo celebriamo, ma in realtà è una tradizione bellissima che risale all’epoca dei padri Pellegrini, ovvero i primi coloni del Nord America, e racconta un momento di pace e inclusione.

Dopo una estenuante traversata dell’Oceano Atlantico e un inverno terribile che ammalò o uccise metà dei naviganti, i Padri Pellegrini riuscirono alla fine a insediarsi felicemente e a fondare una colonia prospera e ben organizzata grazie all’aiuto di alcune tribù di Nativi che gli avevano mostrato come farfruttare quella terra selvaggia, coltivare il mais e allevare tacchini.

Dopo un anno dal loro sbarco, fu naturale per i sopravvissuti celebrare il primo raccolto insieme ai loro nuovi amici.

Proclamata festa nazionale dal presidente Abraham Lincoln nel 1863, Il Ringraziamento è una tradizione sentitissima in America ancora oggi, persino più del Natale, perché è il giorno della Famiglia e degli Amici, in cui si ringraziano Cielo, Terra, Vita e Persone per tutte le cose belle e le benedizioni ricevute. Il Friday è il giorno che segue questa celebrazione di gratitudine.

Ma perché si chiama BLACK Friday?

Berretto in bambù verde muschio

Berretto in bambù verde muschio, collezione Amrita Kids


A partire dagli anni ’20 del XX secolo, il giorno successivo al Ringraziamento ha segnato il tradizionale inizio della stagione degli acquisti natalizi negli USA. Quel che succede regolarmente, in questo breve periodo, è che praticamente MILIONI di americani si mettono in viaggio per stare con le famiglie o correre a fare shopping: pare che l’espressione Black Friday – Venerdì Nero, derivi dall’allucinante traffico stradale di quel giorno.

Negli ultimi 30 anni il Black Friday è diventato sempre più popolare anche in molti paesi d’Europa, in Australia, India e Giappone: oggi, globalmente, in corrispondenza con il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento americano, l’intero mondo dello shopping online e offline scatena promozioni eccezionali e maxi sconti al fine di incrementare le proprie vendite. Il problema?

Con i suoi sconti vertiginosi per attirare clienti, “questa giornata rende precari i lavoratori perché non retribuisce in modo equo produttori, marchi e negozi. Contribuisce inoltre ai cambiamenti climatici incoraggiando la sovrapproduzione”, dichiara a Le Parisien Nicolas Rohr, co-fondatore del brand di moda green ed etica Faguo.

C’è lo spazio per un altro tipo di Friday, meno Black, più Green?

black friday etico

Sfilata Torino Fashion Week, collezione Amrita Kids

Direi che la risposta è sì.
Già solo grazie alla presa di posizione di Rohr in Francia è nato un movimento chiamato “Make Friday Green Again”, una federazione di oltre 200 marchi che comprende Bonne Gueule, Archiduchesse, le Grand Dressing, Nature & Découvertes, Hast, le Minor, Picture Organic Clothing, e molti altri.

Il loro obiettivo è innanzitutto di astenersi da una operazione che definiscono di “super consumo artificiale”, e di sensibilizzare il pubblico ai marchi responsabili non ancora conosciuti, ridando ai consumatori la possibilità – cito le loro parole dal francese – “di riprendersi il potere che è loro e di agire concretamente per un consumo sostenibile e impegnato. La maggioranza vince sempre e vogliamo essere tutti uniti, purché la maggioranza sia responsabile!”.

È iniziata la presa di coscienza, ed è iniziata la ribellione. E come dicevamo nel post sui trend della moda etica del 2020, è la parte sana della società a fare i cambiamenti; è l’Etica personale di ogni uno di noi che porta il sistema Fashion ad una profonda riflessione sulle proprie azioni e scelte.

E noi in Italia? Rispondiamo il concetto di Black Friday Etico e green?

Ci piace pensare di sì. Amrita è sempre stata molto legata alla filosofia di Gandhi “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

La nostra risposta al consumismo e all’inquinamento e alle produzioni di massa è sempre stata una dimensione Artigianale, Ecosostenibile e Solidale. E poi, è un periodo dove i “Friday” stanno acquisendo un colore verdissimo…

Basti pensare ai Fridays for Future che la piccola Greta Thunberg ha scatenato in tutto il mondo.
Così, eccoci qui oggi, a tener testa all’onda d’urto del Black Friday consumista con due iniziative.

 Innanzitutto, vogliamo lanciare un nostro Giorno del Ringraziamento.

Ringraziamento a Madre Natura – per essere ad oggi l’unica produttrice di fiori e piante che diventano tessuti d’avanguardia.

Ringraziamento ai Bambini – che sono i nostri ambasciatori in prestito dal Futuro e la nostra Ispirazione costante.

Ringraziamento alla Vita – che ci insegna che Tutto è unito e che le nostre scelte sono preziose a livello globale.

Ringraziamento alla Tecnologia – che ci permette di creare capi ergonomici e fare ricami senza limiti di complessità.

Ringraziamento agli Amici – che ci sostengono e ci consigliano.

Ringraziamento A VOI CHE CI SEGUITE – perché in realtà più che Follower siete le nostre Bussole e la nostra Linfa Vitale.

E il Black Friday? Faremo o no degli sconti speciali?

Abbiamo deciso che anche il piccolo Laboratorio Italiano di AmritaKids lo farà, ma lo farà in modo Green, abbracciando comunque una Moda artigianale Ecosostenibile, Etica, Ecologica e Solidale, che rispetta le Persone e il Pianeta con una cura ossessiva.
Credeteci, lo sconto del 30% è veramente fuori dalla nostra portata, ed è sinceramente fuori budget per una realtà di artigianato come la nostra, ma è il nostro modo più bello di RINGRAZIARE chi ci conosce, di FARCI CONOSCERE, e soprattutto permettere a quante più persone possibili di ACCOGLIERE nella propria vita FIBRE MERAVIGLIOSE come regalo di Natale.
Ci vediamo sul nostro sito VENERDI’ 29: con il codice “BlackFriday Color VerdeRispetto” di AmritaKids, avrete accesso ad una intera giornata di sconti del 30% su TUTTI I CAPI che creiamo.

Vi lascio qui qualche Capo e qualche Accessorio di Moda Green come assaggio delle nostre collezioni di moda etica!
A presto!

By | 2019-11-29T22:33:34+01:00 Novembre 27th, 2019|Uncategorized|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment